Professional BB: quarta puntata – il 900’ e la svolta

È proprio questo XX secolo a dare una svolta decisiva al bodybuilding. I forzuti che mostravano il loro fisici statuari nei circhi diventando di fatto fenomeni da baraccone hanno evidentemente ben compreso che si poteva fare un salto di qualità. È con l’introduzione, probabilmente, del mangiar sano rapportato all’esercizio fisico che qualcosa inizia a cambiare proprio in questo secolo. Come detto nell’articolo di settimana scorsa, la cultura fisica non è più, in questo 900’, una esclusiva di coloro che geneticamente erano predisposti a questo tipo di attività affrontata mediante carichi esterni. Grazie al progresso scientifico in campo alimentare, per i protocolli di allenamento con una forma ben definita e studiata nei minimi dettagli, per le ricerche e gli studi portati avanti sul corpo umano, questa disciplina si è rivelata più complessa di quanto si pensava e, ahimè, a oggi si pensa ancora. Dedicarsi alla pratica del bodybuilding, infatti, vede lavorare insieme più ambiti e più sedi rispetto alla sola struttura palestra data per buona fino a qualche tempo prima. Il cibo diventa il fattore predominate, senza una buona alimentazione tutto sarà vano. Allo stesso modo verrà rivisto il concetto di riposo inteso proprio come dormire. Il XX secolo ha consegnato al mondo una macchina complessa ma allo stesso tempo omogenea. Caratteristiche queste che probabilmente hanno fatto saltare sulla sedia tutti coloro che iniziarono a studiare tempi e modi per rendere fruibile questa attività alla massa. Si perché il business del bodybuilding nasce proprio da qui. Una volta capito che un sistema può essere plasmato per soggetto iniziano a sorgere le prime vere e proprie palestre, strutture sportive molto diverse da quelle super tecnologiche che conosciamo oggi, certo, ma è questo il punto zero da cui tutto è partito. Con le aperture di questi luoghi dedicati alla pratica, l’istituzione dei primi concorsi pronti a premiare quell’estetica che prenderà la scena degli allenamenti stessi, il cittadino medio ha scoperto un nuovo modo non solo di tenersi in forma ma per poter rinforzare la sua autostima. Si parla sempre troppo poco di questo ma il bodybuilding non solo aiuta il praticante fisicamente ma fa un gran lavoro anche per quanto riguarda l’aspetto psicologico. Insomma è questo 900’ a consacrare il bodybuilding facendolo diventare un vero e proprio culto per tutti gli appassionati. Culto che arriverà ai massimi livelli proprio alla metà di questo del secolo ma di questo ne parleremo la settimana prossima.

Armando

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.