TV addio! (o quasi)

L’affermazione riportata nel titolo apre a varie interpretazioni. Alla nascita questo mezzo d’intrattenimento venne usato dagli addetti ai lavori del tempo per una nobile causa. Infatti, portare nelle case degli italiani spettacoli, personaggi e informazione non era una questione mirata solo ed esclusivamente a quell’audience padrona della televisione del presente. All’epoca, la televisione portava divertimento, cultura e soprattutto buona educazione. Che fine hanno fatto, mi chiedo, tutti questi buoni propositi oggi? In cosa abbiamo trasformato la televisione? Come qualunque altra invenzione anche questo mezzo è stato utilizzato così malamente nel corso del tempo da diventare nient’altro che l’emblema del trash. L’eccesso in qualsiasi cosa è ben venuta qui anzi, più è estrema meglio è. Possibile ci siamo ridotti a questo? Sembra quasi che l’essere umano si sia talmente assuefatto dalla sua presenza da chiedere sempre di più. Se il discorso fosse portato avanti rispondendo a delle richieste costruttive da parte dei telespettatori il problema non si sarebbe mai posto. Purtroppo la richiesta da parte di tutti coloro che usufruiscono di questo mezzo, o almeno gran parte, è mirata a futilità e a immagini extreme di qualsiasi tipo. Nelle settimane che seguono cercherò di proporvi l’evoluzione del mezzo televisivo dall’alba fino ai giorni nostri. Non è tutto rosa e fiori come avrete capito ma la pillola amara è necessaria in questo caso e non solo per quanto riguarda la televisione. A essere malati infatti siamo tutti noi, coloro che usufruiscono di questo mezzo chiedendo sempre programmi e contenuti inutili e inappropriati. Tutto ciò ha portato la televisione a diventare il mostro che oggi è. Vedremo tutto nel dettaglio puntata dopo puntata.

Armando

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.