I parchi archeologici

In questo articolo l’attenzione si sposta sulla classica archeologia. Una archeologia che, a differenza di quella subacquea, riporta alla luce veri e proprio pezzi di storia sommersi dalla terra. I media, grazie ai documentari, ci hanno abituato ad assistere a ritrovamenti soprattutto su canali televisivi dedicati come Focus (canale 56 del digitale terrestre). Questi sono in grado di mostrarci le bellezze dell’Antico Egitto, dei ritrovamenti in sud America riguardanti comunità antiche come i Maya e tanti altri luoghi altrimenti fuori dalla nostra portata. Tutto bellissimo certo ma, mio parere, dovremmo iniziare a guardare anche dietro l’angolo di casa nostra. Infatti, la nostra penisola pullula di reperti storici e archeologici come probabilmente in nessun’altra parte del mondo. Io stesso posso portare la testimonianza più evidente di queste parole. A pochi chilometri da casa, risiedo a Corigliano Calabro, ho a disposizione reperti archeologici che testimoniano l’influenza greca su nostro territorio: Sibari. Questa antica colonia greca, fondata nella metà dell’VIII secolo a.C. dagli Achei del Peloponneso, ci permette oggi vi poter ricostruire non solo le vite, usi e costumi di questi popoli ma anche di capire da dove molte nostre abitudini discendano. Siti come Sibari permettono di gettare uno sguardo su un passato così remoto per noi altrimenti inaccessibile. È di fondamentale importanza quindi tutelare beni come questi che, come già detto, di simili il nostro paese è pieno. Ripartire dalle fondamenta è quanto mai importante per impostare quel percorso di acculturazione che permette noi non solo di conoscere il nostro passato, ma di apprezzare e trarre preziose informazioni in modo da poter determinare un futuro migliore. Vi lascio a disposizione un video documentario molto interessante, che mostra il Parco Archeologico di Sibari e ne illustra la storia della sua scoperta. Se vi è possibile fateci un salto, io vi aspetto.

 

Armando

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.