Crea sito

Tele A1 Corigliano

Era il 1989 quando un imprenditore coraggioso, dedito al lavoro e allo sviluppo del suo amato territorio, decide di partire per questo nuovo viaggio chiamato televisione. I miei concittadini conoscono bene il Commendatore Giorgio Aversente, l’amico del popolo, un uomo semplice, capace di dar lustro al territorio di Corigliano Calabro valorizzandolo con il suo infaticabile lavoro imprenditoriale. È un’introduzione doverosa da fare quando si parla di Tele A1 Corigliano. Un emittente televisiva che rispecchia ancora oggi tante delle caratteristiche di quell’uomo che ci ha lasciato troppo presto grazie al lavoro infaticabile di una donna forte, caparbia, capace di raccogliere un testimone di certo non facile da gestire. Con l’entrata in gioco di Anna, oggi editrice della nostra Tele A1, amata figlia del caro Zio Giorgio, come in molti lo chiamavano, la famiglia Aversente continua con dedizione e amore verso la propria terra il lavoro imprenditoriale sotto il segno di un unico comandamento: la semplicità. L’articolo di oggi voglio dedicarlo alla redazione di questa piccola emittente televisiva, composta da tre ragazzi che con un lavoro infaticabile permettono a questa bella realtà di dare informazioni utili su fatti, cronaca e cultura legati al territorio. In questi mesi estivi, in occasione delle uscite dei miei saggi e della partecipazione al Fiammetta Tour, ho avuto modo di frequentare gli studi facendo la conoscenza di Ivan Cicero e Alex Nikitin. Ivan è un giornalista, si occupa di montaggio e di monitorare tutto quello che deve andare in onda da lì a breve. All’occorrenza va dietro la macchina da presa e, visto che già c’è, fa anche il caffè. Alex è un ragazzo di poco più di diciotto anni, in netta controtendenza rispetto a molti dei suoi coetanei. Fa il cameraman; si occupa del montaggio; sempre pronto a uscire per raccontare i fatti che accadono su territorio, e poco importa se deve passare una intera giornata, tra le altre cose estiva, in redazione. Ultimo, ma non di certo per demeriti, Fabio Pistoia, persona che ho la fortuna di poter considerare uno dei miei migliori amici, giornalista sempre sul pezzo, a qualsiasi ora del giorno e della notte. Non si risparmia mai, sempre pronto ad ascoltare tutti, ma proprio tutti, i nostri concittadini che, avendo lui come punto di riferimento su territorio, lo contattano. Basta così. Eh già, sono solo in tre ma posso assicurarvi che riescono benissimo a gestire quanto c’è da fare all’interno di una emittente televisiva giovane, fresca e dinamica. Chi li conosce non può che apprezzare non solo il loro lavoro ma l’approccio amichevole che riescono ad avere, anche dopo una giornata di duro lavoro sulle spalle. Una redazione capace di mettere a proprio agio davvero tutti. L’idea di un’intervista è capace di mettere in ansia chiunque, soprattutto chi non va spesso sotto le luci dei riflettori. Visto dall’esterno, magari la televisione incute timore per chi, come detto poc’anzi, deve interfacciarsi con questo mezzo di informazione. Arrivati a Tele A1 tutto cambia. Ci si sente in famiglia, messi a proprio agio dai sorrisi, battute e da un clima sereno e distensivo difficile da trovare al giorno d’oggi. A loro, tre infaticabili professionisti dell’informazione, va il mio grazie più sincero per tutto quello che fanno con costanza e dedizione per la nostra comunità. Far conoscere il vostro impegno, seppur con un breve articolo sul mio blog, è stato per me un passaggio naturale. Meritate di essere, almeno per una volta, voi i protagonisti di una pagina, seppur semplice, di cultura legata al territorio di Corigliano Calabro.

Armando

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.