Robert R. McCammon – Tenebre

America, dopo una gigantesca catastrofe che ha messo in ginocchio il continente: Sue Wanda, una ragazzina di nove anni dotata di poteri paranormali e meglio nota come Swan, si aggira in un paesaggio d’incubo dove sembra la sola capace di portare una scintilla di speranza. Ma presto è costretta a ingaggiare una lotta disperata con l’Amico, una forza che – a dispetto del suo nome – rappresenta il Male assoluto ed è in grado di assumere qualunque forma.

Peccato! Davvero un gran peccato. Eppure, le prime battute di questo romanzo avevano tutte le carte in regola per poter entrare, di diritto, tra i romanzi fantasy – apocalittici migliori. In Tenebre, personaggi, contesti, sensazioni vissute dai protagonisti sono esposti in maniera pressoché perfetta. Il lettore si trova catapultato all’interno di una situazione capace di coinvolgerlo in prima persona. L’apocalisse nucleare è quel filo conduttore capace di terrorizzare, rendendolo impotente, colui che si avvicina a questo romanzo di Robert McCammon. Fin qui tutto bene ma… ecco le note dolenti. Se tutto fosse proseguito su questa scia, con scenari veloci e ben definiti, la mia valutazione sarebbe stata ben diversa. L’autore decide di tergiversare, di puntualizzare su situazioni, azioni e dialoghi interni dei personaggi in maniera così petulante tanto da far perdere la pazienza al lettore. A mio modo di vedere, molte di queste situazioni si sarebbero potute esprimere in meno battute, capaci di rendere bene l’intento dell’autore. Arriva un momento in cui tra le pagine si gira intorno alle situazioni, cosa fastidiosa per chi preferisce una linearità di narrazione. La morale, però, c’è tutta. Tenebre apre una porta nell’animo dell’uomo, adesso turbato da un avvenimento che potrebbe vivere, se la stupidità umana prevalesse, sulla sua stessa pelle un giorno o l’altro. Per quanto riguarda la stesura, Less in more avrebbe dovuto essere il diktat di chi ha grandi idee ma preferisce strafare infilandosi in periferie narrative facilmente evitabili. 

Punteggio:

Armando

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.