Alieni: Gli umani sono tra noi! – Parola alla scienza

È necessario, se non doveroso, all’interno di questo lungo lavoro, dare la parola alla scienza su una questione così complessa e delicata. Nel corso degli anni, dei decenni, purtroppo, l’alieno è stato al centro di tanta, troppa, disinformazione. Il protagonista di questo percorso, proposto sotto forma di articoli, è stato utilizzato impropriamente per pura avarizia, da scrittori, o pseudo tali, divulgatori, a detta loro, scientifici e, parlando in maniera più generalizzata, da una flotta sempre più grande di cospiratori, in grado di vedere depistaggi e uomini in nero un po’ ovunque, pronti a mettere una pezza su informazioni, a detta di queste cronache, riservatissime e non idonee a essere divulgate a tutta la popolazione mondiale. All’interno di tutta questa giungla d’informazioni, a cercare di farsi spazio c’è il lavoro quello vero, affrontato con cognizione di causa, senso del dovere e con l’intento di fornire informazioni più dettagliate possibili sul conto di questo nostro possibile coinquilino interstellare. Donne e uomini, nel corso del tempo, si sono protratti nella ricerca di risposte concrete, trovando nelle stelle, almeno al momento, tanti nuovi punti interrogativi e difficoltà logistiche difficili da arginare. Nonostante ciò, tanto è stato fatto e molto c’è ancora da fare. Con il progredire della tecnologia, negli anni a venire, si riuscirà, ne sono sicuro di questo, a dare risposte concrete, a trovare magari una traccia chiara e tangibile, in grado di metterci realmente in contatto con queste forme di vita che tanto stiamo ricercando sin da quando l’essere umano ha alzato gli occhi al cielo. Per il momento, limitiamoci a vedere a che punto l’umanità al momento è arrivata, come ha impostato le ricerche di questi viaggiatori delle stelle e come ha deciso di affrontate, di approcciarsi a una questione divenuta nel tempo, purtroppo, un tabù. Nonostante tutte le problematiche a cui è stata costretta, e di cui vi ho parlato, seppur brevemente, all’interno di questo articolo, non di certo ultima è quella relativa alla situazione epidemiologica che abbiamo vissuto e che stiamo vivendo ormai da due anni. Ci siamo ritrovati con una fetta della società a combattere contro chi cerca risposte. Abbiamo visto la comunità scientifica sotto attacco mentre l’alieno, questa volta sotto forma di virus, imperversava sul pianeta mietendo milioni di vittime in poco meno di ventiquattro mesi. Nonostante ciò, la scienza non ha mai smesso di stare dalla parte di tutti noi, pronta a fornire risposte, e cure, a ogni essere umano, persino a colui che nega l’affidabilità di tale lavoro. Impariamo, o meglio, torniamo a fidarci di lei, diamo il supporto che meritano a quegli scienziati che dedicano la loro intera esistenza per poter garantire a tutti noi, e a chi verrà dopo, tutte quelle risposte in grado di far progredire questa umanità caduta in un limbo che possiamo chiamare tranquillamente ignoranza. Questo non conoscere, come vedremo nelle prossime settimane, ha dato vita a leggende, cattive interpretazioni e, in molti casi, persino a discriminazioni. Con l’aiuto della ricerca tutto questo è stato arginato, grazie ai sacrifici di persone capaci di guardare oltre le semplici dicerie.

Armando

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.