Crea sito

Acqua durante i pasti: sì o no?

È uno di quei miti, insieme ad altri di cui abbiamo già parlato, duri a morire. Da sempre, ci è stato insegnato a non bere durante i pasti. Una pratica, questa, ancora molto diffusa e data per buona praticamente ovunque. Come ho sempre detto e ribadito all’interno di questa rubrica, l’alimentazione, in quanto scienza, è soggetta a continui studi che possono, come in questo caso, cambiare radicalmente le carte in tavola. Di base, sappiamo che non è buona norma bere troppo durante il pasto. Ciò può causare la diluizione dei succhi gastrici che andranno a innescare la digestione di ciò che abbiamo mangiato rallentandola, e non di poco. Nei casi in cui si ha la buona abitudine di nutrirsi con un pasto equilibrato, con verdure in abbondanza magari, capace di apportare una quantità adeguata di acqua, bere, durante, non è necessario. Sappiamo un’altra cosa però: non tutti riescono a consumare abbastanza liquidi nel corso della giornata. È uno di quei problemi che vengono affrontati solo dopo aver rilevato un problema come questi: scarsa idratazione; pelle secca e accumulo di liquidi in eccesso, tanto per citarne alcuni. In caso si rientri in questa cerchia di soggetti, bere durante il pasto non è di certo sbagliato. Di sicuro, così facendo si va a rallentare la digestione ma, altrettanto vero, si riesce a dare un apporto maggiore di quei liquidi che spesso ci mancano. Se poi si vogliono fare le cose per bene, è buona abitudine bere prima di consumare il pasto. Quello che spesso consiglio, nel mio piccolo, è di abbandonare il caro vecchio bicchiere e passare alla bottiglia. Così facendo, non solo si ha una percezione reale dell’acqua ingerita durante la giornata ma, con la possibilità di avere sempre con noi questo prezioso contenitore, siamo invogliati a sorseggiare, di tanto in tanto, quel liquido così prezioso per la nostra salute. Da questo nuovo step, il passaggio dal bicchiere alla bottiglia, possiamo di certo organizzare la nostra idratazione durante la giornata. Impariamo a bere appena svegli: è una pratica non molto comune ma tanto importante per l’organismo. Non dimentichiamoci di rimanere idratati tra un pasto e l’altro, nei momenti quindi lontani dal cibo. Bere prima, durante e dopo l’attività fisica. Sia questa aerobica o anaerobica non fa differenza: la perdita di liquidi, maggiore o minore che sia, è presente in tutte le attività fisiche. Quindi meglio idratarsi. In questo articolo siamo partiti, come avete potuto leggere, dal bere o no durante i pasti per arrivare, infine, a ridisegnare la nostra routine quotidiana. Spero che queste poche righe possano essere utili.

Armando

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.