Serie TV: Penny Dreadful

Alcuni dei personaggi più terrificanti della letteratura – tra cui lo schivo e scettico Dott. Frankenstein e l’ambiguo e narciso Dorian Gray – sono in agguato negli angoli più bui della Londra vittoriana. La storia delle loro origini si intreccia con quella dell’aristocratico Malcolm Murray, uno dei maggiori esponenti dell’organizzazione impegnata nella caccia alle creature soprannaturali che infestano la città. Gli dà manforte l’amica e collega Vanessa Ives, il cui compito è reclutare persone disposte a unirsi alla loro causa. Come Ethan Chandler, un rampollo e tiratore scelto caduto in disgrazia per la sua vita piena di eccessi

Da amante delle serie ambientate in epoche passate non potevo non apprezzare Penny Dreadful. Se poi in questa vengono inseriti personaggi classici come il dott. Frankenstein, Dorian Gray e molti dei personaggi horror nati nel XIX secolo tra me e questa serie non poteva che esserci amore. Tre stagioni andate in onda dal 2014 al 2016 che hanno riscosso tutto il successo che meritano. Un compito difficile quello degli sceneggiatori, riscrivere i connotati di creature del genere inseriti nel loro contesto primordiale e presentati nel XXI non è stata un’impresa facile. Il non denaturalizzare troppo questi stessi personaggi, inserendo figure nuove al loro fianco, è risultata una combine vincente. Di sicuro il periodo storico ha svolto un ruolo fondamentale in tutto ciò. A mio avviso, gli stessi personaggi in un contesto diverso non avrebbero avuto l’effetto sperato. L’aura magica che solo i periodi storici, qualunque essi siano, riescono a trasmettere risultano in tutto e per tutto una vera e propria macchina del tempo. Quest’ultimo pensiero se accostato a un contesto horror non può che terrorizzare lo spettatore. Ci troviamo in un’epoca a noi estranea, con personaggi padroni di questo mondo, siamo vulnerabili e ricettivi su quando accade ai nostri occhi. Nessun contesto futuristico o a noi contemporaneo è in grado di far vibrare le corde delle nostre paure con un occhio attento a quanto accade ai protagonisti. Ci si accorgerà di avere molto in comune con loro cosa che farà svanire il contesto temporale vissuto da noi e da loro.

Punteggio:

Armando

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.