Pier Paolo Pasolini e le sue impressioni sulla scuola italiana

Ho già proposto il mio punto di vista in merito a questo personaggio (qui http://armandolazzarano.altervista.org/la-figura-pier-paolo-pasolini/). Un uomo mal visto dalla società di metà 900’ solo perché ha avuto il coraggio di sbattere in faccia nella maniera più estrema possibile la verità sulla reale indole dell’essere umano. Continuando a cercare resoconti, dichiarazioni e leggendo e guardando i suoi lavori mi sono imbattuto nelle parole riportate in foto e che ripropongo qui sotto:

La scuola dell’obbligo è una scuola di iniziazione alla qualità di vita piccolo borghese: vi si insegnano delle cose inutili, stupide, false, moralistiche, anche nei casi migliori

Pier Paolo Pasolini

Una dichiarazione forte tanto quanto chiara e netta. I riferimenti, da come avrete potuto capire, riguardano valori come la famiglia, buon comportamento, l’educazione cattolica, e morali di qualunque altro tipo che naturalmente chi insegna non osserva avendo chissà quanti scheletri nell’armadio. Che vi piaccia o no Pasolini, a mio modo di vedere, ha espresso semplicemente quello che tutti pensano e sanno ma che non si vuole dire ad alta voce. “Zitto che è vergogna della gente” insomma. Ma…perché dovrei vergognarmi di dire una cosa ovvia facendo passare il contrario come la campana giusta? Perché questo è il punto su cui riflettere. Preferiamo far crescere i giovani con ideali che non esistono. La famiglia: composta da 2 microsistemi. Il primo interno dove problemi, incomprensioni e malesseri attanagliano tutti i membri e un secondo, recitato fuori delle mura domestiche, che mostra un perfetto nucleo familiare sulla base Mulino Bianco. Educazione cattolica: portata avanti da individui che ciarlano di cosa e gusto e cosa e sbagliato e poi sono i primi a essere in torto (andate a vedervi tutto lo storico di questi signori se non mi credete). Insomma a mancare, e credo che se Pasolini fosse qui sarebbe dalla mia parte, mancano individui che rappresentano davvero questi ideali. In questa sua dichiarazione, Pasolini si è limitato a chiamare in causa il sistema scolastico ma anche tra le mura casalinghe le cose non sembrano essere molto diverse. Continuo a essere dell’idea che riprodursi non è uguale a fare una famiglia come a oggi capita sempre più spesso.

Armando

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.