Come mantenere il peso ideale dopo la dieta

È probabilmente la domanda che molte persone si fanno dopo aver affrontato un periodo di dieta ferrea per poter rientrare all’interno di quel peso forma tanto agognato. La domanda principale su cui riflettere è: perché soffrire così tanto periodicamente piuttosto che seguire un regime che permette un mantenimento costante del nostro peso? È appurato che continui sbalzi di peso non sono di certo positivi per il nostro organismo. Questo effetto yo-yo è in grado di creare scompensi così gravi nel lungo periodo tali da dare origine a problemi alla fine irreversibili. Uno dei problemi più grossi riguarda di sicuro le continue tentazioni cui siamo soggetti quotidianamente. Il poter reperire qualsivoglia cibo in qualsiasi momento della giornata e, probabilmente fattore più incisivo, a prezzi modici, causa il nostro “cadere in tentazione”. Affrontare un percorso di sana alimentazione non significa, come accennato in articoli precedenti, fare la fame ma bensì nutrirsi di cibi purtroppo non sempre succulenti e invitanti. La forza di volontà, unita a quella voglia di star bene, è uno dei fattori principali che può permettere noi di costruire, tassello dopo tassello, un piano alimentare idoneo al nostro obiettivo. Una routine da seguire è necessaria insomma. Un piano alimentare che preveda un numero di pasti distribuiti durante tutta la giornata con pochi alimenti di buona qualità da far ruotare all’interno della settimana è, a mio avviso, la condizione migliore. “Less is more”. Un menù ristretto e variato quotidianamente non potrà fare altro che condurci verso il successo. Questa situazione, vista inizialmente come un peso, alla lunga diventerà una alimentazione ponderata capace di accompagnarci verso il fine prestabilito, il mantenimento del peso ideale. Naturalmente in questo “gioco” il ruolo del nutrizionista è fondamentale. Parlate con lui, fate presente tutte le perplessità, i dubbi e le incertezze che avete. Fate partecipare il nutrizionista in maniera attiva. Così facendo avrete un sopporto importante, sarà più di un semplice “medico dell’alimentazione”, diventerà un amico all’interno di questo percorso. Concedersi qualche bontà ogni tanto non rovinerà di certo tutto il lavoro svolto, state tranquilli. Anzi, così facendo, apprezzerete ancora di più quelle prelibate leccornie che non saranno più una routine quotidiana ma un vero e proprio piacere della vita.

Armando

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.