La ripresa degli allenamenti dopo lo stop estivo

Purtroppo, come spesso accade, molti di voi avranno sicuramente abbandonato l’attività sportiva in questo medio lungo periodo. Colpa del caldo, delle ore piccole passate in compagnia o per la semplice mancanza di voglia di allenarsi poco importa. Se a questo stop avete affiancato una alimentazione sbagliata adesso vi ritroverete a un punto, considerato da voi, di non ritorno. La situazione attuale quindi è capace di creare quella che in gergo è chiamato effetto domino. Molti di voi, piuttosto che riprendere gli allenamenti, opteranno per la strada peggiore che si possa intraprendere. “Ormai è fatta ma nel nuovo anno cambio vita”. È una frase che ho sentito fin troppo spesso quindi non posso che affrontare insieme a voi il problema. Allenarsi, sono ripetitivo lo so, non è un qualcosa che si fa saltuariamente o per raggiungere i soli fini estetici. Allenarsi significa mantenere attivo nel miglior modo possibile il corpo e la mente. Da questo bisogna partire se teniamo davvero a noi stessi. L’errore è ormai fatto, quello dello stop estivo che ha portato con sé questo pensiero sbagliato, ma ciò non vuol dire che non possiamo trovare una soluzione a breve termine. Il voler far sport deve essere un piacere e in questo momento, purtroppo, è questo fattore che sembra mancare. Il consiglio che posso darvi è quello di provare a riprendere subito si ma per gradi. Passare da zero a cento nel giro di una nottata non farà altro che peggiorare le cose. Perché? Perché la fatica che proverete, il disagio di non riuscire magari a tenere il ritmo precedente potrebbe affossare definitivamente il voler rimettere in moto il corpo. Partiamo per gradi, magari da 2 allenamenti settimanali condotti o in total body o con divisione del corpo tra parte alta e parte bassa. Ridimensioniamo i carichi e cerchiamo di riadattare l’organismo nel medio – lungo termine piuttosto che cercare una ripresa immediata. Lasciamo al corpo una ripresa costante nei tempi giusti, una volta affrontato questo step necessario la grinta e la volontà di fare tornerà e vi condurrà al risultato prefissato. Mi raccomando però, l’anno prossimo evitiamo questo errore.

Armando

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.