Hermann Hesse – Siddharta

Chi è Siddharta? È uno che cerca, e cerca soprattutto di vivere intera la propria vita. Passa di esperienza in esperienza, dal misticismo alla sensualità, dalla meditazione filosofica alla vita degli affari, e non si ferma presso nessun maestro, non considera definitiva nessuna acquisizione, perché ciò che va cercato è il tutto, il misterioso tutto che si veste di mille volti cangianti. E alla fine quel tutto, la ruota delle apparenze, rifluirà dietro il perfetto sorriso di Siddharta, che ripete il “costante, tranquillo, fine, impenetrabile, forse benigno, forse schernevole, saggio, multirugoso sorriso di Gotama, il Buddha, quale egli stesso l’aveva visto centinaia di volte con venerazione”. Siddharta è senz’altro l’opera di Hesse più universalmente nota. Questo breve romanzo di ambiente indiano, pubblicato per la prima volta nel 1922, ha avuto infatti in questi ultimi anni una strepitosa fortuna. Prima in America, poi in ogni parte del mondo, i giovani lo hanno riscoperto come un loro testo, dove non trovavano solo un grande scrittore moderno ma un sottile e delicato saggio, capace di dare, attraverso questa parabola romanzesca, un insegnamento sulla vita che evidentemente i suoi lettori non incontravano altrove

Da tempo mi ero ripromesso di leggere questo libro di cui tanto avevo sentito parlare. Etichettarlo come romanzo credo sia fin troppo riduttivo, siddhartha è un vero e proprio viaggio che il lettore fa scendendo nei meandri più profondi di sé stesso. siddhartha sono io, siddhartha sei tu, caro lettore, che adesso stai leggendo questa mia umile recensione su un testo che in poche pagine racchiude in sé un universo intero. Perché è esattamente questo che Herman Hesse fa, ripercorre tutto il cammino della vita, capace con i suoi modi e le sue parole di uniformare quello che è considerato il suo più grande capolavoro dedicato ad ognuno di noi. Non ci sono razze, nessun credo religioso che tenga, qui siamo noi con noi stessi, pronti ad affrontare questo meraviglioso viaggio chiamato vita. È stata una sorpresa per me accorgermi di quanto ho in comune con siddhartha nonostante non sapessi nulla sul contenuto di questo scritto. È stato un viaggio magnifico questo. Un cammino spirituale che non solo mi ha aperto gli occhi per quanto riguarda tante delle mie scelte, molte delle quali, come detto, comuni con quelle del protagonista. Hesse e siddhartha mi hanno consegnato una consapevolezza e una umiltà che porterò per sempre con me. Dare un voto a un libro di questo genere, così potente e carico di significati, non credo sia il caso. È un viaggio che vi invito a fare, statene certi non ve ne pentirete.

Armando

Precedente UFO, gli alieni siamo noi? Successivo Buona sanità in Calabria, la mia esperienza

2 commenti su “Hermann Hesse – Siddharta

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.